Mamme Troie

Mamma Troia il blog sulle mamme troie vogliose di cazzi e sempre in calore

Simone Sonay, il Milfone della California!

  • Filed under: Tettone
lunedì
gen 27,2014

Simone Sonay sta per scoprirsi le tettone

Buona domenica a tutti e scusate la mancanza dell’aggiornamento della settimana scorsa, ma un imprevisto mi ha tenuto lontano dai computer!
Partiamo subito con Simone Sonay, gran pezzo di MILF dalla California! L’ho scoperta di recente ed è davvero una gran porca! A febbraio compirà 42 anni, si mantiene benissimo ed è molto arrapante, lo prende nel culo e ama farsi innafiare si sborra! Passiamo ai video e non perdetevi l’ultimo dove fa coppia con Valentina Nappi:

Doppia razione di sborra per Simone Sonay Simone Sonay lo prende tutto nel culo

Michelle Ferrari, la Pornostar di La Spezia!

  • Filed under: Italiane
domenica
gen 12,2014

Michelle Ferrari posa per noi con tette e figa scoperte

Oggi pensavo di inserire un articolo su Eva Henger, non trovando però molto materiale utilizzabile su questo blog, ho deciso di puntare su Michelle Ferrari, mi sembra anche lei sia piuttosto troia che dite? Magari anche lei entrerà nella storia dell’immaginario erotico italiano! Intanto Michelle Ferrari è il nome d’arte, il vero nome è Cristina Ricci, ha scelto “Michelle” per la sua somiglianza con la Hunziker… Ha 30 anni e gira una media di 2 film porno all’anno, si diverte a farlo e partecipa a molte trasmissioni televisive (tra le quali Sexy Camera su FX, ma anche su Italia 1 con Le Iene o Rai 2 con La grande Notte). Passiamo adesso a vederla in azione:


Doppia Sborrata in bocca per Michelle Ferrari Michelle Ferrari lo prende nel culo

sabato
gen 11,2014

La Professoressa in calore, episodio 8

A furor di popolo arriva il nuovo episodio della nostra cara professoressa in calore! Avete ragione, questa volta vi ho fatto aspettare davvero tanto, speriamo che vi piaccia e che ve lo faccia venire duro:

“Giangrande! Portaci i bicchieri, stiamo per venire anche noi”

Lo studente, sempre col cazzo fuori dai calzoni, prese i due bicchieri rimasti sulla cattedra e li portò ai suoi compagni di classe. Io non riuscivo a vedere nulla dalla mia posizione, ma era logico che li stessero utilizzando per contenere la loro venuta. Mentre finivano di segarsi, Giangrande torno sui suoi passi:

“Ha visto Professoressa? Ha perso la scommessa!”

“Quale scommessa? Io non ho fatto nessuna scommessa!”

“Lo dice perché non vuole pagare pegno!”

“Ripeto, non abbiamo fatto nessuna scommessa e poi quale pegno dovrei mai pagare?”

“Era lei che non credeva nella mia prestazione e quando mi ha detto che ci credeva era solo per finirla li e farmi mettere il cazzo nelle mutande!”

“Ecco, a proposito, non è ora che lo rimetti a posto?”

“Ma deve pagare pegno!”

“Ancora con questa storia? Nessuna scommessa è stata fatta e quindi non si è neanche discusso di premi e sconfitte”

Intervennero i compagni

“Ha ragione la prof, hai fatto tutto da solo, forse hai in testa quello che volevi fare, ma non lo hai detto a nessuno… che scommessa volevi fare?”

“Uffa! che ne so! Un pompino, una sega, uno spogliarello, farci vedere la fica o le tette!”

“E se non riuscivi a fare la mega schizzata?”

“Beh, a turno potevamo leccargli la fica e farla godere un bel po’!”

“Allora sei un coglione! Dovevi farlo prima, magari la prof acconsentiva e adesso ci avrebbe succhiato l’uccello a turno come la Mariella!”

Io dovevo essere diventata un rosso porpora, non per la vergogna, ma per l’eccitazione, mi sentivo addosso una pressione incredibile e la voglia cresceva.

“Uffa e che cazzo! Prof, non è che ci fa vedere almeno le tette?”

“Non se ne parla proprio! E rimettiti l’uccello nelle mutande!”

“…e se facciamo a metà?”

“In che senso?”

“Visto che non abbiamo fatto le regole prima, lei ci fa vedere le tette e noi le diamo una passata di lingua sulla patatina”

“Ti ringrazio per la tua allettante proposta, ma devo rifiutare”

Mentre lo dicevo avevo la figa in fiamme e immaginavo le loro lingue che divampavano l’incendio tra le mie gambe, ma non potevo farlo, avrebbero potuto usare il cellulare per riprendere la scena o approfittare della situazione in altra maniera.
Suonò la campanella, il primo ad alzarsi fu lo studente che si scopava la bidella, prima non lo avevo notato, uscì di corsa dalla classe. Giangrande andò verso il proiettore per smontare tutto e mentre gli altri si sistemavano, parlavano del compagno appena uscito, carpivo che alla fine era l’unico che non si era masturbato.

“Lo so io perché, si sta mantenendo in forma per la sua… no non lo posso dire, vuole fare una bella prestazione per l’ala est, quindi astinenza!”

Avevo aggiunto un altro tassello a puzzle degli armadietti! Forse il nesso era proprio l’ala est della scuola, quella in ristrutturazione. Adesso avevo un posto da tenere sotto osservazione o per lo meno da controllare per vedere se ci fossero o meno degli armadi chiusi a chiave.
Mentre pensavo e ragionavo, ad uno ad uno tutti gli alunni uscivano di classe salutandomi, alla fine era rimasto solo Giangrande, che dopo aver rimesso l’iPad nella cartella si apprestava ad uscire.

“Giangrande! Ma insomma! Non vedi che hai ancora il cazzo di fuori?”

“Oh… vedo che adesso lo ha chiamato con il suo nome… l’ho tenuto all’aperto così tanto che me ne ero dimenticato, certo è ancora un po’ duro…”

Mentre cercava di infilarlo nelle mutande, notò che sull’uretra spuntava ancora una goccia di sperma, così se lo strizzò per far uscire l’eventuale liquido seminale rimasto nel canale uretrale. Per qualche assurdo motivo fece depositare lo sperma sul suo dito indice, per poi fare il gesto di metterselo in bocca. Vedendo che lo stavo fissando si fermò:

“Non ho fazzoletti, se lo infilo in questo stato sporco le mutande e poi chi la sente mamma! E poi la mia sborra è buonissima, la Mariella dice che è la più saporita di tutti, vuole favorire?”

E avvicinò il dito al mio viso. Fu lì che non resistetti, fu quasi una reazione involontaria, presi in bocca il dito e lo succhiai, lo feci con una lentezza esasperante, tanto che provocai un’erezione al povero Giangrande che ancora teneva fuori sto cazzo di cazzo e io non ne potevo più!

“Allora non è buona la mia sborra? Hai una bocca fantastica, me lo hai fatto diventare di nuovo duro!”

“Beh, non è male, ma non posso fare paragoni!”

“Scommettiamo?”

“Ancora? Ma tu sei proprio fissato!”

E lo vedo dirigersi verso i banchi tornando con i due bicchieri di plastica che aveva dato ai compagni segaioli.

“Lo assaggi e vedrà che il mio è più buono!”

Presi uno dei bicchieri e senza pensarci un attimo diedi un sorso e poi un altro svuotandolo e inghiottendo tutto. Giangrande mi guardava sorpreso, forse non immaginava che lo avrei fatto con tanta naturalezza. Poi aprì bocca:

“Allora? la differenza?”

“Tralasciando che nel bicchiere c’era dello sperma da più donatori, effettivamente il tuo mi sembrava più fruttato e gradevole”

“Ah però, che spiegazione da sommelier della sborra! riassaggi la mia”

Mi prese per mano e mi portò vicino alla cattedra, dove erano rimaste le sue precedenti schizzate, c’erano due strisciate ben visibili di denso sperma su di esse. Mi piegai e con la lingua percorsi tutta la lunghezza della striscia umida, portando alla bocca il seme del ragazzo mandandolo giù.

“Mmm, si buono! Dammi l’altro bicchiere”

“E tutto suo!”

Presi il contenitore pieno di giovane sperma e lo mandai giù tutto di un fiato.

“Questo era meglio del contenuto dell’altro bicchiere, ma non batte il tuo, fammi riprovare”

E diedi una lunga leccata sulla seconda striscia di sborra presente sulla cattedra, questa volta feci più passaggi per recuperarla tutta. Giangrande mi guardava in maniera veramente oscena, il cazzo in tiro, ma io ero più vogliosa di lui!

“Prof! Le va di farmi un pompino e bere la sborra dalla fonte?”

“No, adesso tu prima mi lecchi la figa per benino e poi me lo sbatti dentro e mi fai godere se ne sei capace!”

Mi alzai la gonna, tolsi le mutandine e mi sdraiai sulla cattedra allargando per bene le gambe. Lo studente era un po’ timoroso.

“Guarda che non ti mangia mica eh? Sei tu che la devi mangiare!”

Detto questo si buttò tra le mie gambe slinguazzando a più non posso.

Buona Porno Befana a Tutti!!

domenica
gen 5,2014

Una bella sexy Befana bionda vestina di rosa

Anche l’ultima festa è in arrivo, siamo alla vigilia dell’Epifania:

La Befana vien di notte
come fanno le mignotte
porta doni ai porci buoni
prendendogli in bocca i coglioni
Porta vento e tramontana
a quelli figli di puttana
La Befana vien di notte
e fotte, fotte, fotte!

Piaciuta? Passiamo a spassarcela con qualche video sexy a tema, il primo è il più adeguato, perché abbiamo una vera Befana che ci fa lo spogliarello, le altre sono più che altro americanate, il secondo infatti proviene dal sito pureCFNM e le Befane in realtà sono delle streghe che hanno bisogno di un ingrediente particolare per terminare la loro pozione:

Buon 2014 con Wifey!!

mercoledì
gen 1,2014

Buon anno 2014 con la splendida Wifey

Buon Anno!!! Buon 2014!!!
Auguri a tutti e speriamo che questa merda che è stato il 2013 non si ripeta più! Per festeggiare ho pensato bene di utilizzare la mia Mamma preferita, la prima e indimenticabile Wifey!! Sono riuscito a trovare qualche nuovo trailer e video per potersi sparare una bella sega, io la trovo sempre eccitante e poi forse sarà la mia immaginazione, ma le tette di questa manza che fanno? Sembra diventino ogni anno più grandi! Forse è un effetto collaterale di tutto lo sperma che beve… Anora tanti auguri!!!

Wifey riempita di sperma in faccia aspetta con la lingua di fuori altre schizate Wifey fa sborrare il suo uomo nella sua avida bocca da troia consumata

Vanilla DeVille, la Super Milf

  • Filed under: Tettone
domenica
dic 29,2013

Vanilla DeVille, 43 anni portati uno splendore

Classe 1970, Vanilla DeVille per avere già 43 anni è uno splendore di MILF, una Super Milf come viene definita nel settore hard! E’ infatti sempre molto vorace e dall’appetito sessuale inesauribile, rendendo ogni sua scena sempre molto calda. Vanilla è americana, ma grazie alla conoscenza del polacco e del francese è molto apprezzata in Europa, ha partecipato come consulente e attrice (in una piccola parte) al film “Middle Man” di Geroge Gallo, naturalmente come potete immaginare il prodotto ha come trama il porno, in questo caso il mondo degli affari legato al settore hard.
Comunque ho scrittp fin troppo, passiamo ai filmati:

A Vanilla Deville la sborra non basta mai Vanilla Deville lecca la cappella di un giovane cazzo

Nasce FigliaTroia.com

domenica
dic 29,2013

Figlia Troia il sito porno

Ma cosa mai doveva nascera da MammaTroia.com se non FigliaTroia.com, come si dice, tale madre, tale figlia!
Quindi per accontentare un po’ tutti i gusti, cercherò di dividere il lavoro e aggiornare anche il nuovo blog dedicato alla fica fresca e ai suoi estimatori. Al momento il sito è ancora troppo vuoto, ma un’occhiata datela comunque, con magari le prime richieste su chi inserire, per il resto io continuo a preferire le mamme, ma non mi tiro certo indietro se capita di fare un bel giochino a tre…

Buon Natale a Tutti!!!

mercoledì
dic 25,2013

La Tettona ebano Maserati ha in serbo per noi tanti regali di Natale

Buon Natale a tutti!!! Soprattutto a chi si trova solo a non in compagnia! A loro dedico il post di Natale, nella speranza che presto colmino questa mancanza e non siano costretti a fare tutto da soli
Sno riuscito a trovare qualche pornazzo a tema e dei link interessanti, per la prima volta inserisco anche un gioco, così anche i patiti dei videogame porcelli avranno di che dimenare il joystick, protagonista è la moglie di Babbo Natale, lasciata sola soletta il giorno di Natale…

Il più bel regalo che si possa scartare a Natale, una tettona Trinity St Clair e Ava Addams succhiano il cazzo di Babbo Natale

Stavo dimenticandomi del gioco porno… Cliccate sul disegno della moglie tettona di Babbo Natale per aprire l’articolo completo con il videogame:
Il gioco porno della moglie di Babbo Natale

Clicca qui per vedere il resto di questo articolo porno »